Via Piersanti Mattarella 38/42 Palermo

Il saluto inizio anno del Direttore Generale

Cari ragazzi, cari genitori,

mi auguro che il periodo estivo sia stato sereno e rigenerante per tutti voi e la nuova stagione vi veda pronti ad affrontare l’anno scolastico che ci attende, con nuove energie.

 

Vorrei ringraziare quanti hanno partecipato alle numerose iniziative comunitarie estive organizzate in Istituto e nelle case dei Gesuiti di tutta l’Italia e non solo: i pellegrinaggi a Santiago, Gressoney, San Fratello e molte altre di spiritualità e solidarietà; in particolare ringrazio i tanti nostri alunni e collaboratori che hanno preso parte ai campi di servizio per i poveri nelle missioni della Romania e del Perù.

Anche l’estate ci mostra come il progetto educativo del Gonzaga punti non solo all’aspetto accademico ma alla formazione globale della persona. Per questo ci piace sempre di più chiamarci Gonzaga Campus includendo tutte le offerte formative e tutte le opportunità di crescita presenti.

Vorrei, in questa occasione, rivolgervi un saluto affettuoso per l’avvio del nuovo anno scolastico, che si apre sotto i migliori auspici, con il numero degli iscritti in costante crescita, e con grandi speranze.

Quest’anno infatti ricorrono i cento anni dalla fondazione del “Collegio Gonzaga” da parte Compagnia di Gesù a Palermo, che vide la luce a partire dal 15 ottobre 1919. Ricordando il Centenario del nostro Istituto non possiamo neanche dimenticare che la presenza della prima scuola dei Gesuiti a Palermo data 1549 (470 anni fa) e faceva parte di un ampissimo impegno della Compagnia a favore dell’educazione in Sicilia. Siamo davvero sulle spalle di un gigante!

Mercoledì 23 ottobre avremo una grande Assemblea d’Istituto per il lancio del programma di iniziative legate al Centenario,che si articoleranno durante l’anno scolastico 2019-20 e in tale occasione presenteremo la nuovaMissiondell’Istituto, elaborata dal Consiglio di Amministrazione dopo un ascolto ampio del contesto e dei principali stakeholders della scuola. Essa ritraduce nell’oggi il grande sogno educativo dei primi Gesuiti che in Sicilia pensarono che il più grande servizio che avrebbero potuto dare alla giovani generazioni e al mondo era proprio quello dell’educazione: “educare è rinnovare il mondo”.

Il filo conduttore che legherà i festeggiamenti del Centenario non sarà così la semplice commemorazione o esaltazione del passato, ma lo sguardo verso il futuro; si cercherà di fare di questa un’occasione straordinaria per valorizzare le risorse, i talenti, la creatività della nostra comunità in vista della crescita personale e del bene comune.

Anche quest’anno proseguiremo il nostro percorso ulteriormente illuminato dalle “Preferenze apostoliche universali” che tutta la Compagnia di Gesù nel mondo si è data e che orientano anche l’azione educativa e il modo di procedere delle nostre scuole. Sono quattro:

  1. Promuovere il discernimento e gli Esercizi spirituali:aiutare le persone a trovare Gesù Cristo e a scegliere in modo personale e profondo; ciò è attuato attraverso l’introduzione dell’EXAMEN, metodo tipicamente ignaziano di “rilettura” delle esperienze vissute e della propria “quotidianità” per orientare le nostre attività e scorgere l’azione di Dio nella nostra vita.
  2. Camminare con gli esclusi:camminare al fianco dei poveri, dei vulnerabili, di coloro che la società considera inutili, in una missione di riconciliazione e giustizia. In molte realtà della nostra scuola da tempo esistono progetti e attività di volontariato e solidarietà. Tra le più significative i campi di lavoro estivi, in collaborazione con la Lega Missionaria Studenti, così come le attività in collaborazione con il Centro Astalli e tutto l’orientamento dell’Alternanza scuola-lavoro verso progetti di solidarietà. Esse sempre di più devono dialogare e dialogano con le attività didattiche, per maturare uno sguardo diverso sul nostro mondo ed essere pronti alle sue sfide.
  3. Accompagnare i giovani in un cammino di speranza:“accompagnare” è per noi un verbo importante che richiama un atteggiamento di fondo di cura di ciascuno, di sostegno nella loro crescita, di creazione di un futuro pieno di speranza. Esso si traduce in tanti strumenti concreti: la tutoria scolastica, l’accompagnamento umano e spirituale, le iniziative della pastorale.
  4. Prendersi cura della nostra Casa Comune:è sempre più importante lavorare, con profondità evangelica, per la protezione e il rinnovamento della Creazione di Dio, attraverso progetti di “cittadinanza globale“. L’ecologia integrale, sottolineata da Papa Francesco nella Laudato Sì, è oggi anche una sensibilità dei nostri bambini e ragazzi e da loro dobbiamo imparare a immaginare il futuro in modo diverso: essa deve essere a base dei nostri curriculum di studio, modellare anche le nostre scelte istituzionali e ispirare stili di vita più attenti a tutti i membri della comunità e alla nostra casa comune. Il nostro Ecocomitato ci aiuterà ad avanzare in questa direzione!

Dal punto di vista scolastico, tanti percorsi innovativi incominciati negli ultimi anni si stanno stabilizzando stanno dando ottimi frutti: il sistema dei canali ai licei, lo Stem, l’attenzione di tutti i settori alle lingue e alla cittadinanza globale, le tecnologie, la vivacità pastorale locale e di Rete…. Tra le novità di quest’anno, nell’ambito dell’offerta formativa, il curriculum della scuola secondaria di primo grado “Senza Pesi” verrà ampliato da due indirizzi “opzionali”, quello musicale e quello sportivo, mentre la didattica per canali verrà estesa a tutte le classi. L’attenzione alla musica e allo sport sono due filoni di ricerca per una proposta educativa integrale che sono presenti a tutti i livelli e che potremo progressivamente ampliare all’interno del nostro Campus.

L’International School Palermo, che ha compiuto 10 anni, continua il suo percorso con l’accreditamento della fase della Middle school e la preparazione per quello del Diploma Program. Questa attenzione internazionale e questopercorso di studi che il Gonzaga ha intrapreso con coraggio costituiscono una bella ricchezza all’interno del nostro campus.

Le attività della Polisportiva riprenderanno nelle prime settimane di settembre, rinvigorite dai numerosi successi agonistici conseguiti dai nostri allievi e dall’inserimento di nuove società e nuove discipline. Come ho già sottolineato anche l’educazione attraverso lo sport con i suoi valori individuali e di squadra è parte sinergica della nostra proposta educativa.

Molte anche cominciano a essere le proposte culturali offerte alla città, segno da parte del Gonzaga di una vocazione di servizio al territorio secondo la più bella tradizione dei Gesuiti in generale e dell’Istituto in particolare. In autunno riproporremo un’iniziativa di successo che consente di aprire le porte della nostra scuola ai palermitani e ai turisti: il nostro Fondo librario antico, la Cappella San Giuseppe e parte della Casina Withaker saranno riaperti al pubblico in occasione della tredicesima edizione de “Le Vie dei Tesori”, uno dei più grandi Festival italiani dedicati alla valorizzazione del patrimonio culturale, monumentale e artistico delle città.

Ma non voglio anticiparvi troppe cose…. Ho voluto indicare qualche prospettiva che ci aiuta a guardare avanti. Sulle spalle di questo gigante che è il Gonzaga infatti possiamo osare guardare avanti con speranza e amore.

I coordinatori didattici dei diversi settori vi comunicheranno nei prossimi giorni i dettagli organizzativi relativi all’inizio dell’anno scolastico. Sul nostro sito troverete le date d’inizio delle lezioni nei diversi plessi il calendario dei primi giorni di scuola. http://www.gonzagapalermo.it/inizio-anno-scolastico-2019-2019/

In attesa di incontrarvi personalmente nei prossimi giorni, vi invio un caro saluto e …. Buon Centenario a tutti!

 

Palermo, 29 Agosto 2019

Il Direttore Generale

(p. Vitangelo Carlo Maria Denora s.j.)

                                                                     

 

 

 

Comments are closed.